A TORINO NASCE IL NUOVO EDIFICIO-GIOIELLO DI TERNA INNOVATIVO ED ECOSOSTENIBILE

Un’opera di eccellenza che riflette l’identity dell’azienda: alti standard qualitativi ed efficienza nel rispetto dell’ambiente
  • 19/04/2017
A Torino nasce il nuovo edificio-gioiello di Terna innovativo ed ecosostenibile

Previsto un piano di riassetto della regione piemontese da 1,7 miliardi, che porterà un risparmio di 250 milioni l’anno per imprese e cittadini

L’ad Matteo Del Fante apre le porte della nuova sede strategica di Terna nel capoluogo piemontese con la presenza della Sindaca Chiara Appendino, una struttura di alto livello tecnologico realizzata con materiali ecocompatibili per la riqualificazione di tutto il territorio.

 

7 milioni, un anno di lavori e 40 imprese coinvolte, (per metà locali), questi i numeri che hanno permesso di costruire il palazzo di via Botticelli, la più grande mai realizzata finora con l’utilizzo di materiali in legno lamellare e senza alcun consumo di suolo. L’edificio, infatti, occupa esattamente la stessa superficie della vecchia sede, completamente rasa al suolo e ricostruita.  

 

Effetti rilevanti anche per l’ambiente circostante, con lo smantellamento di un nostro vecchio impianto industriale sono stati realizzati 4.500 mq di uffici e un impianto fotovoltaico da 10,5 kW; l’edificio ridurrà del 30% il proprio fabbisogno energetico e abbatterà di 7 tonnellate le emissioni annue di CO2. La sede, in particolare, gestirà i flussi elettrici locali in sinergia con il Centro Nazionale di Roma e lo sviluppo della Rete sul territorio ospitando il Centro di Controllo e Teleconduzione (CCT) del Nord Ovest.

 

Un’opera di grande valore per Terna, che rappresenta solo uno degli obiettivi previsti nel piano di riassetto della regione piemontese da 1,7 miliardi, che porterà un risparmio di 250 milioni l’anno a vantaggio d’imprese e cittadini e per la città torinese più di 120 milioni d’investimenti con un programma d’interventi per ulteriori 80 milioni.