SOLE 24 ORE, LE SMART ISLAND ITALIANE. BEST PRACTICE TERNA

Produzione da fonti fossili -80% entro il 2020
  • 18/05/2017
Sole 24 ore, le smart island italiane. Best practice Terna

Per le 20 isole minori della penisola italiana, la svolta energetica green è in dirittura d’arrivo

Il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico e il progetto “Smart Island” di Terna in un ampio articolo del Sole 24 ore che titola: "Dal Giglio a Pantelleria: così le piccole isole italiane diventeranno “verdi”.

La strada l’ha indicata chiaramente il Ministero dello Sviluppo Economico con la pubblicazione di un decreto che fissa i target minimi di sviluppo dell’utilizzo di fonti rinnovabili da raggiungere entro la fine del 2020 con un obiettivo preciso e inderogabile: la produzione da fonti fossili dovrà ridursi almeno fino all’80% rispetto alla attuale situazione.

Una accelerazione, quella del Mise, dettata dalla necessità di risolvere rapidamente la precarietà energetica  di  numerose isole minori, molte delle quali, addirittura  non sono connesse alla rete elettrica nazionale e dove la generazione è affidata a centrali termoelettriche composte da piccoli motori diesel e la distribuzione è effettuata con reti a media e bassa tensione, di limitata estensione. Tutto questo con seri problemi che vanno dall’impatto ambientale ai costi di gestione, fino alla garanzia della continuità del servizio.  

Entro la fine del 2017, i gestori dei sistemi elettrici delle venti isole dovranno presentare al Ministero, all’Autorità per l’energia e ai comuni interessati, un programma tecnico ed economico per definire gli interventi di ammodernamento e rafforzamento della rete elettrica isolana.

Il Ministero ha fissato anche una serie di scadenze per le imprese e per  i cittadini che saranno incentivati a utilizzare impianti alimentati da fonti rinnovabili per la produzione di energia o a impianti alimentati da fonti rinnovabili. Per quanto riguarda le aziende, entro la fine del 2017 dovranno presentare al Mise, all’Autorità per l’energia e ai comuni interessati, un programma tecnico ed economico per definire gli interventi di ammodernamento e rafforzamento della rete elettrica isolana.

Anticipando i tempi, Terna, il Gestore della Rete elettrica nazionale, aveva già varato un ambizioso progetto, denominato  “Smart Island” per la riqualificazione energetica delle isole del Belpaese.  Così, per esempio, lo scorso anno ha firmato un protocollo per rendere Pantelleria un’isola “figlia del vento” puntando sulla realizzazione di impianti fotovoltaici diffusi, impianti solari termici per la produzione di acqua calda e impianti mini-eolici. E ancora, sulla realizzazione di batterie per l’accumulo di energia.

Al Giglio, la prima smart island in Italia, la soluzione adottata da Terna passa da un mix composto da fonti rinnovabili, sistemi per l'accumulo dell'energia, veicoli elettrici e soluzioni hi-tech per la gestione della domanda. Il tutto grazie a un accordo, sottoscritto già nel 2015, da IBM e Terna Plus, la società del gruppo Terna che gestisce le attività non tradizionali, con il Comune, l'Ente Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, l'Acquedotto del Fiora e la SIE, società concessionaria della produzione e distribuzione dell'energia elettrica nell'isola. Un accordo che riguarda anche il vicino territorio di Giannutri. L’obiettivo è ottenere attraverso un “sistema ibrido” il dimezzamento del gasolio bruciato (si partiva da 2300 tonnellate) e l'abbattimento delle emissioni di CO2 fino a 4mila tonnellate annue.

Nell’isola della Certosa, invece, la strada battuta da Terna porta a veicoli elettrici e stazioni per la ricarica, sistemi Ict per l'illuminazione pubblica e connettività a banda larga, interventi di efficienza energetica, impianti fotovoltaici, mini-eolici e batterie per l'accumulo dell'elettricità. Lì, il progetto, della durata triennale, si pone come obiettivo il recupero, dal punto di vista sociale, ambientale ed economico, dei 22 ettari di territorio isolano, per fare dell'isola, che vanta un notevole patrimonio paesaggistico, un modello di “smart energy” sostenibile e all'avanguardia a livello nazionale.