TERNA ALL'ICGN 2018, L'AD LUIGI FERRARIS: “ABBIAMO ANTICIPATO IL CAMBIAMENTO NELLA CORPORATE GOVERNANCE”

L’Ad di Terna alla Conferenza annuale di ICGN, il network internazionale sulla corporate governance sui temi chiave della gestione aziendale contemporanea
  • 28/06/2018
Terna all

.

Dalla condivisione delle decisioni alla protezione dei dati. Questi gli argomenti affrontati alla Conferenza annuale di ICGN, la rete di studio sui temi della corporate governance che raccoglie oltre 450 tra investitori, aziende e stakeholders internazionali. Luigi Ferraris, Ad di Terna, è intervenuto all’evento portando l’esperienza dei meccanismi di governance aziendale ed elezione dei membri nel Consiglio di amministrazione. “Le capacità personali di ciascuno dei membri permettono al CdA di raggiungere delle decisioni consapevoli e condivise – ha affermato l’Ad – Questo significa che le opinioni diverse non sono un elemento di scontro ma un’opportunità per imparare e per affrontare più nel profondo le decisioni strategiche del Consiglio”. Le specifiche professionalità, infatti, sono sempre valorizzate. I dati sulla pluralità delle competenze ci dicono che, tra i componenti il Consiglio, oltre il 50% possiedono skills specifiche nel campo dell’energia e dei servizi pubblici nonché nei settori dell’amministrazione, del management aziendale e della finanza. 

 

Pionieri nell’anticipare il cambiamento dei regolamenti. L’importanza della condivisione e del coinvolgimento dei membri del CdA sono elementi fondamentali per una corporate governance trasparente ed efficace e Terna esprime una forte sensibilità nella gestione di questi aspetti negli organi interni di decisione. “Siamo un’azienda con un CdA che ha sempre avuto una forte rappresentanza delle minoranze e indipendenza dei membri – ha spiegato Ferraris -  Abbiamo sempre anticipato il cambiamento delle normative e dei regolamenti aziendali”. I numeri infatti confermano il primato di Terna. Gli azionisti di minoranza sono il 33,3% dei membri del CdA e i consiglieri indipendenti sono il 66,7% con una età media di 52 anni.

 

L’ICGN Annual Conference, evento ospitato da Assogestioni dal 25 al 28 giugno a Milano, ha riunito investitori istituzionali e asset manager di tutto il mondo. L’ICGN, l’organizzazione internazionale sulla corporate governance ha come mission il miglioramento degli standard di governance in tutto il mondo. Il debutto in Italia dell’iniziativa è occasione per raccogliere la comunità internazionale degli investitori istituzionali e di grandi aziende pubbliche e private per favorire il confronto sui temi di corporate governance. L’evento costituisce un’opportunità di networking per gli oltre 500 investitori, aziende e decision maker. Il programma della quattro giorni mira ad approfondire temi di rilevanza globale, tra cui le nuove tendenze nella composizione dei consigli di amministrazione, le complessità e le nuove sfide connesse alla gestione del “cyber risk”, la protezione dei dati, la piena integrazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile e tanto altro. Un’intera giornata, inoltre, è dedicata all’Italia: uno dei mercati in cui i sistemi di governance e l’informativa societaria sono tra i più avanzati.